il golf

Scritto da Super User on . Postato in il golf

LA STORIA DEL GOLF CLUB LA PINETINA

L'atto costitutivo della "Associazione Sportiva Golf CLub La Pinetina di Carbonate" fu redatto il 25 novembre 1971.
 

I Soci Costituenti furono:
 Emilio Bonifaccio, Carlo Francesco Giacomini, Franco Liguori, Bruno Robotti, Giuliano Saibene, Massimo Signorini, Giancarlo Bogani, Lodovico Castiglioni, Luigi De Luca, Mario Galli, Alvise Gentile, Nando Hintermann, Jan Lindbladh, Renato Marini, Luciano Mezzedimi, Attilio Nosari, Eberard Scheller, Giuliano Stracciari, Marcello Gentile, Mirella Runci Robotti.
 Il primo Presidente fu Nando Hintermann.
 

La nascita del Golf Club La Pinetina rappresenta l'importante traguardo di una avventura iniziata una decina di anni prima quando, chiamato dal Presidente Angelo Moratti, giunge all'Inter Helenio Herrera. Il nuovo allenatore esige che per i suoi giocatori si trovi un sito, non lontano da Milano, dove si possa lavorare con tranquillità, nel verde, in un clima salubre, lontano dalle nebbie. 
A Moratti l'idea piace e, in breve tempo, fa individuare, nei pressi di Appiano Gentile, una zona boscosa ed incolta, senza nebbia, e man mano la acquista dai proprietari agricoltori. Viene costituita la Società La Pinetina sas che ha come scopo di creare una lottizzazione, finalizzata alla costruzione e alla vendita di ville e case di campagna.


La costruzione di un campo da golf a 18 buche costituisce il polo di attrazione del nuovo insediamento e il progetto viene affidato all'architetto inglese John Dering Harris uno dei migliori progettisti in attività, conosciuto e stimato in tutto il mondo.
 John Harris è anche un ottimo giocatore e durante la sua carriera si è occupato della realizzazione e del rifacimento di oltre quattrocento percorsi nei cinque continenti.
 La realizzazione del campo è dell'Impresa Peverelli, mentre il progetto della Club House è dell'Architetto Gerli.

Successivamente la club house subirà una sistemazione ad opera del Presidente e Architetto Aldo Cosmacini.
 I primi tiri di pratica, in attesa del completamento della Club House e delle prime nove buche, vengono effettuati nel campo di calcio dell'Inter, tuttora esistente all'ingresso della lottizzazione, e da Bergamo arriva in Pinetina il mitico Angelo Croce, preceduto dalla fama di grande campione ed eccellente professionista. 


L'attività sportiva viene svolta su nove buche con evidenti difficoltà organizzative pertanto si rese necessario realizzare le altre nove buche. Il progetto venne affidato a Gianni Albertini, Presidente della F.I.G. che nel 1974 appronta il progetto e due anni dopo le 18 buche sono realizzate.

Links utili

alps  alpstour  gglombardia  lpga   r&a   usga  pgai.png  iagto.pngs   fig.png    geo.png   pgatour.png